Loading

Escursione all’isola di Komodo e Padar

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sui nostri spostamenti, sulle novità, sui racconti di viaggio… Scopri il mondo insieme a noi!!

Escursione all’isola di Komodo e Padar

LABUAN BAJO

 

Siete curiosi di vedere i famosissimi lucertoloni di Komodo?

> Non sapete come fare o come arrivarci?

> Volete sapere se si può andare sull’isola da soli o è meglio rivolgersi ad un’agenzia?

> Cosa si può vedere a Labuan Bajo?

In questo articolo rispondiamo a tutte queste domande e vi spieghiamo come trovare la giusta escursione, il prezzo adeguato e di cosa si tratta.

 

Isola di Padar

DA SAPERE…

La dimora dei famosi draghi non è la sola isola di Komodo, ma l’insieme di 3 isole vulcaniche appartenenti all’arcipelago della Sonda: Komodo, Rinca e Padar. Dal 1980 qui è stato istituito il Parco Nazionale a salvaguardia della biodiversità di queste zone e nel 1991 inserito tra i siti Patrimonio dell’Umanita UNESCO.

Delle 3 isole, la più grande e famosa è proprio quella di Komodo, mentre Rinca, poco più piccola, è più selvaggia e con meno insediamenti umani: entrambe sono mete di escursioni organizzate per ammirare i varani nel loro habitat naturale.

Tutte le escursioni per l’isola di Komodo o Rinca partono da Labuan Bajo, il porto più importante dell’isola di Flores.

|

COME ARRIVARE

Come arrivare a Labuan Bajo?

In aereo

L’aeroporto di Labuan Bajo è piccolo e la pista non può accogliere aerei troppo grandi, per questo motivo molte compagnie low cost come la Air Asia non coprono questa tratta, ma potrete arrivarci con compagnie come Garuda Indonesia, Merpati, Transnusa, Wings Air e Lion Air che sono partner.

Potete quindi raggiungere l’aeroporto di Labuan Bajo da Bali o Lombok, le isole più vicine.

 

Crociera

Da Bali o da Lombok potete prenotare un’escursione in barca di 5 giorni (4 notti) oppure 3 giorni (2 notti); si tratta di una piccola crociera in cui dormirete, farete snorkeling e visiterete l’isola di Komodo. Le correnti in quelle zone sono molto forti perciò mettete in conto che il vostro pernottamento in barca potrà essere un po’ movimentato.

 

In traghetto e autobus

Viaggiando senza aerei, noi, siamo arrivate a Labuan Bajo dall’isola di Lombok cambiando ben 5 mezzi: 3 autobus e 2 traghetti per un totale di circa 26 ore di viaggio.

A Kuta Lombok, o in qualsiasi parte vi troviate a Lombok, potete trovare il transfer fino all’isola di Flores tramite una qualsiasi agenzia.

Con un unico biglietto avrete compresi i vari mezzi per arrivare a Labuan Bajo.

Un minivan vi verrà a prendere nel vostro hotel/ostello fino per portarvi alla stazione degli autobus di Mataram, dove vi aspetterà un autobus che in un paio d’ore vi porterà al porto di Kayangan.

L’autobus entra nel traghetto che dopo altre 3 ore arriva all’isola di Sumbawa.

Ripreso l’autobus attraverserete tutta l’isola per tutta la notte fino a Bima, qui cambierete di nuovo autobus fino al porto, dove prenderete il secondo ed ultimo traghetto fino a Labuna Bajo.

Uno spostamento scomodo, ma di sicuro molto conveniente!!

Abbiamo speso solo:

 

 

COSA VEDERE

Dovete sapere però che l’isola di Komodo è solo una delle tappe che potrete vedere prenotando un’escursione in barca direttamente a Labuan Bajo e secondo noi è la meno interessante anche se più famosa.

Puoi prenotare questa escursione in tantissime agenzie che si trovano lungo la strada principale di Labuan Bajo, basta fare una passeggiata e vedrete che tutte le agenzie vi offriranno escursioni di vario tipo con diversi prezzi, vi consigliamo di non fermarvi alla prima e di contrattare sempre il prezzo.

 

Questa piccola località vive di turismo e soprattutto vive proprio per queste escursioni, molto richieste dai turisti curiosi di vedere i famosi draghi di Komodo ed è per questo che troverete sempre un’opzione.

Chiedete anche nel vostro hotel/ostello dove soggiornerete, siamo sicure che anche loro avranno un pacchetto da offrirvi.

L’escursione classica in barca di un giorno che comprende 4 tappe potrete trovarla con un prezzo che varia da 400.000 a 700.000 rupie (da 24 a 43 euro), il prezzo varia dal tipo di barca (lenta o veloce) ma soprattutto da quanto sarete bravi a contrattare.

Noi siamo riuscite a farli scendere fino a 380.000 rupie (23 euro) “girando diverse agenzie e contrattando molto” (prenotato all’agenzia “happy komodo”)

 

 

ESCURSIONE IN BARCA

L’escursione in barca parte alle 6 di mattina dal porto di Labuan Bajo  e comprende 4 tappe all’interno del parco nazionale di Komodo.

Barca lenta di legno insieme ad altre 12 persone

 

1 tappa

In 3 ore circa si arriva alla prima tappa: isola di Padar, si sale a piedi fino al punto panoramico in circa 30 minuti dove si può godere di un panorama a 360° veramente suggestivo, uno dei panorami più belli mai visti.

|

 2 tappa

Tornati in barca si percorre circa 40 minuti per arrivare alla famosissima isola di Komodo per avvistare i giganteschi varani.

Prima cosa da fare è mettersi in fila per fare il biglietto che comprende la visita al parco nazionale di Komodo (250.000 Rupie, circa 15 euro).

Il percorso è guidato da 2 ranger che si mettono all’inizio e alla fine di ogni gruppo composto da un massimo di 10 persone, per la vostra sicurezza ma ci assicurano che non andrete incontro a nessun pericolo.

Neanche il tempo di fare 2 passi e dietro un albero scoviamo il primo varano sotto i nostri occhi increduli, chiedendoci come è possibile che a così poca distanza ci sia già un lucertolone pronto a farsi fotografare. Sembra quasi imbalsamato, è dormiente e sembra davvero innocuo.

Proseguiamo ancora incredule ed eccone un altro, anche lui dorme sotto un albero e siamo sempre più convinte che ce l’abbiamo messi loro proprio per noi turisti.

Continuiamo tra la giungla, scoviamo un cinghiale e arriviamo in uno spiazzo dove pronto troviamo un altro varano ma questa volta ha gli occhi aperti!!

Foto di rito e via verso la fine del percorso incrociando altri 2 lucertoloni in lontananza. La passeggiata dura circa un’ora e incrociamo anche un cerbiatto ferito!

 

Abbiamo trovato la visita e tutto il percorso molto turistico, non è stato molto entusiasmante ma ormai è un’attrazione così conosciuta che non si può fare altrimenti.

Ci hanno detto che la visita a Rinca, l’isola vicina a Komodo è meno turistica e quindi l’escursione è più selvaggia. Magari è meglio!

 

Curiosità

le ultime ricerche fanno risalire la storia del  varano di Komodo a circa 15 milioni di anni fa quando una collisione tra l’Australia e il Sud-Est Asiatico permise ai varani di raggiungere l’attuale arcipelago indonesiano.

Il drago di Komodo è un predatore formidabile, primitivo e pericoloso, di solito gli esemplari maschi adulti di draghi di Komodo raggiungono un peso tra i 79 e i 91 chilogrammi. Le femmine sono più piccole di taglia e raggiungono un peso tra i 68 e i 73 chilogrammi.

A vederlo tranquillamente sdraiato per terra non si direbbe che sia capace di scatti di ben 20 km orari, di immergersi fino a 4,5 metri di profondità e che sia capace (quando giovane) di arrampicarsi sugli alberi.

Oltre agli artigli ed al morso potente (già sufficiente) il drago di Komodo è anche velenoso. In ogni caso se non disturbato e infastidito difficilmente vi presterà di particolare attenzione.

 

3 tappa

Finita la passeggiata si risale in barca fino alla prossima tappa: Pink Beach, così chiamata per via dei detriti microscopici di corallo che colorano leggermente la sabbia di rosa. Purtroppo con l’inquinamento i coralli stanno morendo e quindi la spiaggia sta perdendo piano piano il suo colore rosa.

 

Per arrivarci ci si tutta nell’oceano, (l’acqua è bassa) in quanto le navi proprio per evitare di far morire i coralli non possono attraccare nella spiaggia, si nuota fino a riva.

 

4 tappa

Ultima tappa dell’escursione è al Manta Point per avvistare o nuotare con le Mante.

Non è obbligatorio tuffarsi, al contrario dello snorkling precedente qui vi tufferete in acqua alta e sarete letteralmente portavi via dalla corrente (le correnti sono molto forti) ma non fatevi spaventare, se sapere nuotare non c’è nessun problema la barca vi tornerà a prendere immediatamente e vi assicuriamo che nuotare con le Mante è un’esperienza unica.

 

Curiosità

Le mante possono raggiungere dimensioni imponenti, fino a 6,7 metri di larghezza ed arrivando a pesare più di una tonnellata.

Sembrano fluttuare in acqua, sono eleganti “raccolgono” letteralmente il microplancton nuotando con la bocca aperta.

sono assolutamente inoffensive per l’uomo.

 

Si torna a Labuan Bajo al calar del sole godendo di un meraviglioso tramonto in barca con il rumore delle onde.

 

|

Per capire meglio cosa vedrete e farete durante un’escursione in barca di un giorno verso l’isola di Komodo, non perdetevi il nostro video!!!

Questo è il video della nostra escursione a Padar e isola di Komodo

 

 

Cosa fare a Labuan Bajo oltre a questa escursione??

Noi abbiamo affittato un motorino e siamo andate alla scoperta dei suoi villaggi vicini, facendo attenzione alle strade perché alcune sono davvero brutte e non asfaltate.

Abbiamo toccato le realtà quotidiane di un popolo che vive la giornata

Con i bambini che ci venivano incontro e ci salutavano sorridenti e ci siamo letteralmente innamorate di questa terra.

 

DA VEDERE

Rangko Cave

Sono famose caverne con stallattiti e stallagmiti in acqua salata ed è facilissimo restare a galla.

I locali la chiamano Goa Rangko, (“Goa” significa cava e “Rangko” è il nome del villaggio più vicino).

Si trovano su una piccola isola a circa 45 min. di barca da Labuan Bajo.

Potete contrattate il tragitto con un pescatore o affidarvi ad un’escursione organizzata che potete trovare in qualsiasi agenzia o addirittura nel vostro hotel.

Noi abbiamo provato ad arrivare in motorino fino al villaggio più vicino “Rangko” (da li volevamo prendere una piccola barca) ma le strade sono davvero brutte, serve una macchina! (partite alla mattina quando c’è la bassa marea).

L’ingresso alla cava è di 20.000 rupie a persona (circa 1,20 euro).

 

Batu Cermin Cave

Dicono che era una caverna sottomarina che emerse in seguito al movimento della placca.

È una piccola grotta con diverse formazioni saline, ricca di fossili.

Viene anche chiamata “Mirror Cave” perché la luce del sole che entra da una piccola fessura, si riflette dando luogo a giochi di luce sulla pietra, rendendola luminosa. Andateci nell’orario giusto per poter godere di questo effetto!

 

 

DOVE DORMIRE

Noi abbiamo soggiornato al Ciao Hostel.

Nuovissimo, bellissimo ostello con la vista migliore della città in quanto è costruito su di una collina. Gestito da 2 simpaticissimi italiani. Ha il servizio di navetta gratuito per il centro, una terrazza magnifica, corsi di yoga due volte al giorno, possibilità di cenare e stuzzicare ottimi piatti italiani.

Si può scegliere di dormire in terrazza con vista all’aperto sul porto di Labuan Bajo in una camerata di 13 letti e tenda anti zanzare per ogni letto.

Noi ovviamente l’abbiamo provata, Esperienza bellissima!!

 

DOVE MANGIARE

Ci sono moltissimi posti dove poter mangiare un ottimo pasto, ci sono anche degli ottimi ristoranti italiani. Basta fare una passeggiata nella via principale e avrete l’imbarazzo della scelta.

Non perdetevi il Fish Market, il mercato del pesce, molto caratteristico e molto spartano dove potrete mangiare dell’ottimo pesce fresco cucinato al momento come volete, potete accompagnarlo con verdure o riso tipico.

 

Curiosità

Piatto tipico della cucina indonesiana:

Nasi goreng: Riso fritto con pollo, gamberetti o verdure a secondo della vostra scelta.

Mie goreng: Noodles fritti (stesso condimento)

 

Labuan Bajo è stata una tappa del nostro viaggio senza aerei dall’Italia all’Australia

Sul nostro canale YouTube trovate i video che raccontano tappa per tappa la nostra avventura via terra!!

>> ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE <<

 

Mentre >> QUI << trovate l’articolo con dettagli  sul nostro viaggio!!

 

Questo invece è il video della nostra permanenza a Labuan Bajo e della ricerca di un’imbarcazione per raggiungere via terra la prossima meta: isola di Kupang

 

 

 

Ania

LEAVE A COMMENT